Guida ai Viaggi Fotografici

Perchè oggi sono diventati così popolari i Viaggi Fotografici? 

Facciamo un passo indietro...
Si sente spesso dire, oggi, che siamo tutti fotografi.
Spesso con accezione negativa da parte dei fotografi che rimpiangono i "tempi d'oro" della fotografia, ma rimane comunque una constatazione innegabile: oggi la fotografia è (onni)presente in tutti gli strumenti che utilizziamo giornalmente e che (soprattutto) NON sono strettamente legati alla fotografia: gli smartphone, i social network ecc.  

Ma per un fotografo questa non è, o non dovrebbe essere, per forza una brutta notizia. O perlomeno non per tutti. 

Oggi gli strumenti per fare fotografia costano sempre meno, e il rapporto qualità / prezzo è in costante crescita. Questo permette anche a noi fotografi di tenerci al passo con la tecnologia e di sperimentare nuove opportunità riducendo gli investimenti. 

Ma al pari di quello che sta accadendo nella fotografia, c'è anche un altro settore che sta subendo una drastica riduzione dei costi , con un corrispondente incremento delle opportunità: quello delle tratte aeree, il punto di inizio e di fine di ogni Viaggio. 
Questo sta portando verso un globale aumento delle possibilità di viaggiare e raggiungere parti del pianeta fino a qualche anno fa irraggiungibili per molti. 

E il punto di unione di questi due "trend", è appunto, quello dello sviluppo dei viaggi fotografici! 

 

Ma perchè è utile un viaggio fotografico? E a chi si rivolge principalmente? 

  • Un viaggio fotografico è utile ai fotografi principianti, perchè in genere questo tipo di esperienze sono meno frenetiche di un workshop fotografico di 2 o 3 giorni.Si ha più tempo a disposizione per esplorare le location, e questo rende l'esperienza di apprendimento molto più intensa. Inoltre, spesso anche le serate (quelle non passate fuori a fotografare) diventano un momento di confronto e condivisione.
    Il principiante dunque ha l'opportunità di tornare a casa - oltre che con un gran numero di fotografie di posto eccezionali - con un bagaglio di nozioni complete, che gli permetteranno di migliorare il proprio percorso fotografico nel futuro. 

 

  • Un viaggio fotografico è utile ai fotografi professionisti, perchè hanno la certezza che saranno sempre nel posto giusto al momento giusto, senza doversi per questo preoccupare di spendere il proprio tempo ad organizzare e pianificare il viaggio da casa. Al contrario, potranno destinare questo tempo risparmiato per attività più utili al proprio lavoro quotidiano.
    Il professionista dunque ha l'opportunità di tornare a casa con delle fotografie che gli saranno utili per il suo percorso professionale, sia esso rivolto allo Stock e Micro-Stock sia per progetti personali. 

 

E in questa giungla di offerte, come scegliere a quale viaggio fotografico partecipare? 

A priori della scelta finale, ci sono 3 fattori che consiglio di tenere in considerazione a chi si trova a fare questa scelta. 

  1. Credibilità
    Un fotografo che si propone per accompagnare un viaggio deve poter dimostrare di essere credibile. Il Portfolio del fotografo è un libro aperto non solo sulle sue capacità tecniche, ma anche sulle sue attitudini. Come in qualunque professione, anche nella fotografia risultato e aspettative sono strettamente collegati. Se cerco un ristorante che proponga piatti raffinati non mi dirigerò al fast-food dietro casa, così come se sono di fretta e ho bisogno di mangiare un boccone in pausa pranzo non mi dirigerò al ristorante stellato. Allo stesso modo, scegliendo a chi affidarmi per un viaggio fotografico sceglierò chi della filosofia del viaggiare con la macchina fotografica ne ha fatto una parte importante del proprio percorso di formazione.
     
  2. Esperienza
    In un viaggio in cui non c'è una guida designata esclusivamente a questo compito, il fotografo si deve sostituire ad essa. In questi casi diventa fondamentale dunque che il fotografo conosca i luoghi dove accompagnerà il gruppo. Anche la scelta del periodo di viaggio deve essere fatta consapevolmente sulla base dell'esperienza e dello studio delle differenti condizioni di luce nel corso dell'anno, per assicurare ai partecipanti la migliore esperienza possibile.
     
  3. Professionalità 
    Se hai un problema all'auto nuova, difficilmente ti affiderai per risolverlo a un amico che ha semplicemente la passione per i motori. 
    Se devi progettare una casa difficilmente ti affiderai semplicemente a un amico che sa disegnare bene. 
    Allo stesso modo l'agenzia o il fotografo che organizza e propone viaggi fotografici dovrebbe farlo con la stessa professionalità di un meccanico, o di un architetto. E' un valore etico 

 

Io organizzo i miei Viaggi Fotografici tramite l'agenzia ClickAlps Srl, una realtà che abbiamo costruito negli anni cercando di renderla un punto di riferimento per l'organizzazione professionale di Workshop e Viaggi Fotografici in Italia e nel Mondo. 
Se vuoi approfondire e conoscere gli eventi che organizziamo, vai su www.workshop-fotografia.it

 

workshop e viaggi fotografici clickalps